/Ritiro estivo a Trigoria? Ma anche no

Ritiro estivo a Trigoria? Ma anche no

Nelle settimane scorse è circolata la voce di ripetere il ritiro della squadra a Trigoria e sinceramente non ci sembra una buona idea visti gli scarsi risultati raggiunti. Se altri grandi club decidono di fare dei veri e propri ritiri per la preparazione, spesso in zona montane, un motivo ci sarà o i nostri sono più furbi? Visto l’elenco di infortunati non sembrerebbe proprio.

Il ritiro estivo della squadra ha diversi significati e utilità.

Il primo lavorare serenamente con temperature meno proibitive, poiché a Roma nel mese di luglio si superano tranquillamente i 30 gradi e il caldo umido non rappresenta un ambiente idoneo per la preparazione, non a caso squadre che vivono le stesse nostre condizioni climatiche organizzano i ritiri nel nord Italia o in Austria.

Secondo il ritiro permette all’allenatore, soprattutto se nuovo, ai giocatori e allo staff di conoscersi meglio anche caratterialmente e il fatto di starsene in un luogo diverso da quello nel quale si trascorre tutta la stagione aiuta la conoscenza, l’affiatamento e la sintonia tra tutti. Aiuta a fare gruppo

Terzo e non ultimo, l’importanza che questo appuntamento riveste per noi tifosi, in considerazione anche del fatto che non ci viene più data la possibilità di seguire ogni tanto qualche seduta di allenamento casalingo sia per motivi di idoneità dell’impianto dove si trovano le tribune del Fulvio Bernardini, sia per ipotetiche condizioni di traffico che si verrebbero a creare nella zona di Trigoria. Quindi il ritiro estivo era l’unico appuntamento per i tifosi provenienti da tutti Italia e dall’Europa per vedere la squadra fuori dal contesto stadio o tv, in particolare per noi dell’Associazione Italiana Roma Club era un appuntamento fisso da non perdere, per fare qualche foto con i giocatori e il mister ed avere qualche autografo da riportare tra i nostri ricordi.

Ci auguriamo che Mourinho e il suo staff rivalutino attentamente questa decisione che era stata comunicata prima del suo ingaggio e speriamo che la Roma voglia svolgere un ritiro estivo per la preparazione in un luogo diverso dalla Capitale. Attendiamo fiduciosi buone notizie.